don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2022

60

- Pubblicità -

Noi cristiani abbiamo un tratto distintivo importante. Ce lo suggerisce Gesù quando, nel giorno dell’ultima cena dice ai suoi discepoli “Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri”. 

Questo amore, però, non può essere effimero ma sincero, è un amore che richiede il dare la vita per il prossimo. Diamo la vita quando sacrifichiamo, per la persona amata, una partita di calcio che riteniamo importante; quando vinciamo la pigrizia per accompagnare un fratello in difficoltà. 

Sono tutte piccole cose ma di un’importanza strategica: sono degli allenamenti per quando il Padre ci chiederà la vita per gli altri nel senso meno metaforico e possibile. 

Lasciamoci plasmare da Gesù il quale ci indica la strada per vivere degnamente come suoi discepoli: l’amore.

A cura di Giovanni Varuni.

 

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE

- Pubblicità -


Articolo precedentedon Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2022
Articolo successivodon Lucio D’Abbraccio – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2022