don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 15 Giugno 2022

50

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Mercoledì 15 Giugno 2022 – XI settimana tempo ordinario

Questo brano è sempre controverso: da un lato smaschera l’ipocrisia di cui soffrono molti che si dicono credenti e quantificano la loro fede in base a quanto fanno, da un lato ci insegna che abbiamo una responsabilità di fede.

Questo significa che è bene far conoscere le opere della fede, non sarebbe bene fare tutto nel nascondimento: quante volte la Chiesa cattolica viene attaccata per le sue ricchezze proprio a causa delle opere di carità fatte troppo nel segreto come se fosse un male dare esempio di come si fa e di dove vanno a finire le offerte dei fedeli.

Ogni volta che si annuncia un’opera è bene chiedersi: lo faccio per esaltare me stesso, una persona, o dare lode a Dio che mi ha dato la possibilità di servirlo nel fratello più bisognoso? Lo faccio perché le opere di Dio siano ben visibili, o perché mi credo superiore e capace di insegnare ad altri come si fa?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentep. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 15 Giugno 2022
Articolo successivodon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 15 Giugno 2022