don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 14 Gennaio 2022

36

Commento al Vangelo di Venerdì 14 Gennaio 2022 – I settimana del tempo ordinario

Commento al Vangelo del giorno a cura della dott.ssa Angela Loizzo, di don Domenico Bruno.

Link al video

Con il racconto del paralitico, Marco, oggi, invita a riflettere che questa malattia non è conseguenza del peccato, ma rivela quale sia la conseguenza del peccato: la paralisi della nostra libertà, che non ci permette più di camminare verso la pienezza del regno. 

Per il Figlio di Dio perdonare i peccati è ri-donare la libertà, la sola capace di trasformare i nostri cuori. Nel guarirlo, Gesù dice al paralitico: «Alzati!», che significa per il Nuovo Testamento «Risorgi!», rivelando la sua vera signoria, che è quella che ci fa risorgere a vita nuova dalle nostre paralisi. 

La regalità di Dio è donante, perché dona vita, perdono e libertà. Infatti, colui che, per la sola forza dell’amicizia, è calato come un morto dal tettuccio della stanza ora esce dalla porta con le sue gambe, portando a casa sua la barella che prima lo trasportava… adesso nella stanza si vede il cielo! 

E, nella tua vita, c’è qualcosa che l’amicizia o il perdono potrebbero ancora scoperchiare? 

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Saverio – Commento al Vangelo del 14 Gennaio 2022
Articolo successivoMariarosa Tettamanti – Commento al Vangelo del 14 Gennaio 2022