don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 11 Luglio 2021

43

Una macchina senza olio è morta, non può viaggiare. Per una macchina viaggiare significa mettere in comunicazione persone e luoghi. E si sa: dopo ogni viaggio si torna più ricchi.

Gesù manda i suoi discepoli per mettere in comunicazione con Dio le persone che incontreranno affinché conoscano la via della salvezza e la vita piena. Il Signore non dice di fare cose strane o particolari, ma solo di andare senza portarsi nulla di non essenziale. E laddove non ci fosse possibilità di fermarsi, bisogna andare oltre.

Questo aspetto dice il grande rispetto che Dio ha per gli uomini: a tutti propone la possibilità di essere salvati, ma chi non accetta questo dono non deve essere obbligato, perché è libero. Dunque va rispettato.

I discepoli partono per il loro viaggio annunciando il regno di Dio e mostrandolo attraverso le loro opere: scacciano i demòni e con l’olio guariscono e fanno ritornare in vita i malati che si lasciano ungere!

Il Vangelo di oggi parla di vita: il Signore fa di tutto perché ciascuno possa incontrare Dio: vivere con Dio significa apprezzare e valorizzare la vita (propria e altrui) in modo pieno e duraturo.

Vivere senza Dio significa usare una macchina dalle grandi potenzialità ma senza olio: camminerà per quanto potrà, ma poi il motore si brucerà.

  • tu come vivi la tua vita?
  • Per vivere davvero cosa senti che ti sia essenziale?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedenteJuan Luis Caballero – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2021
Articolo successivoFabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 11 Luglio 2021