don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 11 Aprile 2022

66

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Lunedì 11 Aprile 2022 della Settimana Santa

“Quante ricchezze ha la Chiesa, se le vendesse e le desse ai poveri finirebbe la fame nel mondo e i poveri avrebbero finalmente dignità”.

Quante volte abbiamo sentito o abbiamo aderito a questo luogo comune. Non c’è niente di più falso di volere il bene dei poveri a spese di altri.

Anche Giuda si finge interessato dei poveri. lo fa perché vorrebbe mettere mani sui soldi di cui è veramente innamorato. Giuda non ha ancora sperimentato l’amore del Signore e quando lo farà non reggerà, al punto di voler morire per quanto si sentirà inadeguato.

Dio non vuole ricchezza, è vero, ma noi uomini esprimiamo la gloria e il rispetto verso qualcuno attraverso i fasti, l’eleganza, le attenzioni… È il nostro modo di comunicare. Maria stava dando al Signore le sue attenzioni con un gesto che presagiva l’unzione nel sepolcro. Giuda è chiuso nelle sue idee egoistiche e fa riferimento a una falsa attenzione che riguarda una realtà di cui non gli importa veramente.

Anche noi corriamo questo rischio. La fede non è giudicare, ma avere lo stesso coraggio e la stessa umiltà di Maria che per onorare Gesù si piega a profumargli i piedi.

  • E tu come onori il Signore con la tua vita?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE

- Pubblicità -


Articolo precedentep. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 11 Aprile 2022
Articolo successivodon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 11 Aprile 2022