don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 10 Giugno 2022

53

- Pubblicità -

 

Commento al Vangelo di Venerdì 10 Giugno 2022 – X settimana tempo ordinario

Sembra un pò carnefice questo Gesù così drastico. La forza usata dal Signore in questo brano e le immagini forti verso il peccato sono l’incoraggiamento che Gesù vuole consegnarci: aderire al peccato è facile, allontanarlo è difficile e richiede il coraggio di rinunciare a qualcosa che apparentemente è indispensabile, ma in realtà appesantisce e ammala. 

Infatti, il peccato porta a una lenta cancrena della vita spirituale, fino a condurla alla morte. Pensiamo a quante volte ci accomodiamo nel peccato giustificandolo in tutti i modi. Spesso le scelte peccaminose hanno come scusante “e che altro posso fare?” oppure “è a fin di bene”. 

A volte scegliere il male minore è la soluzione morale ideale, ma chi dice che il male minore sia proprio quello che abbiamo pensato noi stessi?

Impegno: se vuoi fare sul serio nel tuo cammino cristiano, cerca a una guida spirituale che possa accompagnarti…

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 10 Giugno 2022
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 10 Giugno 2022