don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del giorno, 4 Giugno 2019

162

Riflessione al brano del Vangelo della domenica a cura di don Claudio Bolognesi

Dal Vangelo di oggi:
“Erano tuoi e li hai dati a me, ed essi hanno osservato la tua parola”. (Gv 17,6)

La pubblicità di un formaggio ha reso incantabile (causa ilarità dei presenti) il blues “È giunta l’ora». 
Un canto che, forse in un modo un po’ romanticone, 
ci ha fatto innamorare di queste Tue parole. 
Non lo cantiamo più ma ci fa ancora tanto bene ripeterci che apparteniamo al Padre. 
Che siamo “dono” a Te, Gesù. 
Che sei contento di noi.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Padre, glorifica il Figlio tuo.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 17, 1-11a

In quel tempo, Gesù, alzàti gli occhi al cielo, disse:

«Padre, è venuta l’ora: glorifica il Figlio tuo perché il Figlio glorifichi te. Tu gli hai dato potere su ogni essere umano, perché egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato.
Questa è la vita eterna: che conoscano te, l’unico vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo. Io ti ho glorificato sulla terra, compiendo l’opera che mi hai dato da fare. E ora, Padre, glorificami davanti a te con quella gloria che io avevo presso di te prima che il mondo fosse.
Ho manifestato il tuo nome agli uomini che mi hai dato dal mondo. Erano tuoi e li hai dati a me, ed essi hanno osservato la tua parola. Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro. Essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato.
Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che tu mi hai dato, perché sono tuoi. Tutte le cose mie sono tue, e le tue sono mie, e io sono glorificato in loro. Io non sono più nel mondo; essi invece sono nel mondo, e io vengo a te».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo del 4 Giugno 2019 – Gv 17, 1-11a
Articolo successivoCommento al Vangelo del 9 Giugno 2019 – P. Antonio Giordano, IMC