don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del giorno, 26 Giugno 2019

105

Riflessione al brano del Vangelo della domenica a cura di don Claudio Bolognesi

Dal Vangelo di oggi:
“Dai loro frutti dunque li riconoscerete” (Mt 7,20)

Due problemi: siamo bravi a riconoscere i frutti degli altri (a volte) ma non i nostri; 
i nostri frutti, le nostre azioni, sono un po’ buoni e un po’ cattivi.
Possiamo però cercare la terra buona che sei Tu. 
Radicati in Te rimarranno solo i frutti buoni. 
Siamo affidati gli uni agli altri: 
coltivandoci a vicenda cresceremo meglio.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Dai loro frutti li riconoscerete.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 7, 15-20

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Guardatevi dai falsi profeti, che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci! Dai loro frutti li riconoscerete.
Si raccoglie forse uva dagli spini, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li riconoscerete».

Parola del Signore.

Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 26 Giugno 2019
Articolo successivoRobert Cheaib – Commento al Vangelo del 26 Giugno 2019