don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del giorno, 25 Giugno 2019

69

Riflessione al brano del Vangelo della domenica a cura di don Claudio Bolognesi

Dal Vangelo di oggi:
“Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci…” (Mt 7,6)

Con la finezza che ci contraddistingue applichiamo subito queste parole agli “altri”. 
Ma la necessità di difendere ciò che è bello, prezioso e sacro riguarda noi. 
È da noi stessi che lo dobbiamo preservare. 
Dalle nostre corse, dalla confusione, dal rumore, 
dalla vita che logora l’integrità delle nostre scelte più belle. 
Aiutaci a custodirle.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 7, 6.12-14

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.
Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti.
Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che vi entrano. Quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano!».

Parola del Signore.

Articolo precedenteGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 25 Giugno 2019 – Mt 7, 6.12-14
Articolo successivoContemplare il Vangelo di oggi – 25 Giugno 2019 – Mt 7, 6.12-14