don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del giorno, 2 Ottobre 2019

255

Dal Vangelo di oggi:
“Guardate di non disprezzare uno solo di questi piccoli, 
perché io vi dico che i loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli”. (Mt 18,10)

I nostri angeli hanno qualche preoccupazione in più. 
Sono costretti a tenere d’occhio noi “grandi» 
per tamponare i malestri che combiniamo. 
Così si distraggono dal contemplare il volto del Padre 
e retrocedono in ordine d’importanza.
Ci piace questo modo che hai, Gesù, 
di calcolare la grandezza delle persona a partire dal suo angelo custode… 
Ci piace proprio.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

I loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 18, 1-5.10

In quel momento i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: «Chi dunque è più grande nel regno dei cieli?».
Allora chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: «In verità io vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.
Perciò chiunque si farà piccolo come questo bambino, costui è il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglierà un solo bambino come questo nel mio nome, accoglie me.
Guardate di non disprezzare uno solo di questi piccoli, perché io vi dico che i loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli».

Parola del Signore