don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del giorno, 19 Ottobre 2019

308
Dal Vangelo di oggi:
“Chiunque parlerà contro il Figlio dell’uomo, gli sarà perdonato; 
ma a chi bestemmierà lo Spirito Santo, non sarà perdonato”. (Lc 12,10)
 
Bestemmiare è dire “ti perdono” senza poterlo fare, 
senza essere Dio; credendo di esserlo noi. 
Bestemmiare lo Spirito Santo è mettersi al suo posto. 
Vivere come se fossimo noi l’origine dell’amore, 
ciò che sostiene la storia. 
È una roba da pazzi, da chi fa pesante uso di sostanze… 
Non si può essere perdonati perché non si chiede perdono a nessuno. 
Però ci si può convertire.

Commento a Cura di don Claudio Bolognesi (Diocesi di Faenza)

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 12, 8-12

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Io vi dico: chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anche il Figlio dell’uomo lo riconoscerà davanti agli angeli di Dio; ma chi mi rinnegherà davanti agli uomini, sarà rinnegato davanti agli angeli di Dio.

Chiunque parlerà contro il Figlio dell’uomo, gli sarà perdonato; ma a chi bestemmierà lo Spirito Santo, non sarà perdonato.

Quando vi porteranno davanti alle sinagoghe, ai magistrati e alle autorità, non preoccupatevi di come o di che cosa discolparvi, o di che cosa dire, perché lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire».

Parola del Signore