don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del giorno, 17 Settembre 2019

281

Dal Vangelo di oggi:

Vedendola, il Signore fu preso da grande compassione per lei e le disse: «Non piangere!». (Lc 7,13)

Chiedi a questa madre di non piangere? 

Solo quel figlio che ora è nella bara avrebbe il diritto, il potere di farlo.

Forse stai chiedendo a quella madre di accoglierTi come figlio. E di lasciare che l’amore che nasce da qui ridoni vita a lei, al ragazzo, al mondo.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Ragazzo, dico a te, àlzati!

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 7, 11-17

In quel tempo, Gesù si recò in una città chiamata Nain, e con lui camminavano i suoi discepoli e una grande folla.
Quando fu vicino alla porta della città, ecco, veniva portato alla tomba un morto, unico figlio di una madre rimasta vedova; e molta gente della città era con lei.
Vedendola, il Signore fu preso da grande compassione per lei e le disse: «Non piangere!». Si avvicinò e toccò la bara, mentre i portatori si fermarono. Poi disse: «Ragazzo, dico a te, àlzati!». Il morto si mise seduto e cominciò a parlare. Ed egli lo restituì a sua madre.
Tutti furono presi da timore e glorificavano Dio, dicendo: «Un grande profeta è sorto tra noi», e: «Dio ha visitato il suo popolo». Questa fama di lui si diffuse per tutta quanta la Giudea e in tutta la regione circostante.

Parola del Signore

Nativery

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.