don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del giorno, 13 Settembre 2019

4

Dal Vangelo di oggi:

“Un discepolo non è più del maestro; ma ognuno, che sia ben preparato, sarà come il suo maestro”. (Lc 6,40)

A volte sembra che vogliamo essere più esigenti di Te. Con gli altri. Con noi stessi. In grado di far rigare diritto il mondo. 

Proviamo ad essere bravi discepoli, ben preparati… Ci aiuterai ad assomigliare a Te. Non vogliamo essere altro.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Può forse un cieco guidare un altro cieco?

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 6, 39-42


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola:

«Può forse un cieco guidare un altro cieco? Non cadranno tutti e due in un fosso? Un discepolo non è più del maestro; ma ognuno, che sia ben preparato, sarà come il suo maestro.

Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio? Come puoi dire al tuo fratello: “Fratello, lascia che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio”, mentre tu stesso non vedi la trave che è nel tuo occhio? Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello».

Parola del Signore