don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 3 Marzo 2021

3

Dal Vangelo di oggi:
“Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli e si prostrò per chiedergli qualcosa”. (Mt 20,20)

Perchè “la madre dei figli di”? Non si poteva dire “la moglie di Zebedeo”, o “la mamma di Giacomo e Giovanni”? Poi perché tirarla in ballo per fare una brutta figura, coprendo palesemente quella dei figli? 
Eppure la madre dei discepoli, colei che si prostra ai Tuoi piedi è la Tua sposa, la Chiesa. 
Allora va bene, mi scuso, non avevo capito. Ci sta.