don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 28 Maggio 2020

189

Dal Vangelo di oggi:
“E la gloria che tu hai dato a me, io l’ho data a loro, perché siano una sola cosa come noi siamo una sola cosa”. (Gv 17,22)

È una curiosa gloria quella che ci dai. A noi, discepoli da operetta. Che scambiamo la fede per un’emozione e andiamo in crisi se non siamo tanti. È la stessa gloria che il Padre ha dato a Te, conducendoti alla croce.
Ma la gloria non si misura col pallottoliere. Si vede nell’unitá, nella condivisione.