don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 28 Luglio 2020

28

Dal Vangelo di oggi:
Poi congedò la folla ed entrò in casa; i suoi discepoli gli si avvicinarono per dirgli: «Spiegaci la parabola della zizzania nel campo». (Mt 13,36)

Possiamo accettare che il Regno sia qualcosa di piccolo ma accogliente come il cespuglione di senape o magicamente potente come la pasta che lievita. 
Che però sia un posto in cui dobbiamo rinunciare a sentirci i migliori, i perfetti, questa ce la devi spiegare.
Non si tratta di rinunciare alla perfezione. 
Ma di accogliere quella che interessa a Te e che coinvolge noi tutti.


Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 28 Luglio 2020
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 28 Luglio 2020