don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 27 Marzo 2021

158

Dal Vangelo di oggi:
“… essendo sommo sacerdote quell’anno, profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione; e non soltanto per la nazione, ma anche per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi”. (Gv 11,51-52)

Sacrificare un uomo per il bene degli altri. Ancora abbiamo la tentazione di dire che sì, si puó fare. Dio no, non è d’accordo. Lui però riesce a prendere questa profezia terribile, ad aprirla, farla crescere. Far sì che possa portare al bene vero, grande, bello.

Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 26 Marzo 2021 – Gv 11, 45-56
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 27 Marzo 2021