don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 22 Febbraio 2020

144

Dal Vangelo di oggi:
“Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli”. (Mt 16,17)

Come e perché capiamo le cose? È un bel mistero. 
C’entra come ciascuno è fatto. Poi l’educazione: la carne e il sangue. 
A volte però capita qualcosa di inaspettato: un balzo in avanti in ciò che ci è possibile capire e comunicare. 
Il Vangelo la chiama “rivelazione del Padre». 
Ti ha portato, Pietro, ad annunciare che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio. 
E a farci dono di questa consapevolezza nuova.


Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Tu sei Pietro, a te darò le chiavi del regno dei cieli.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 16, 13-19

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti».

Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».

E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».

Parola del Signore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.