don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 18 Gennaio 2020

260

Dal Vangelo di oggi:
Passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì. (Mc 2,14)

“Hai bisogno? – No, no, ce la faccio da solo”. E solo rimarrai. 
Una delle cose più belle da dire a una persona, sempre, è «ho bisogno di te, aiutami». 
Ma non per farti fare una cosa al posto mio, per mollartela sul groppone. 
Per farla insieme, per stare con te perché ho bisogno di te. Perché ti voglio bene. 
Tu Dio hai bisogno di noi… che meraviglia!


Non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 2, 13-17 In quel tempo, Gesù uscì di nuovo lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli insegnava loro. Passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì. Mentre stava a tavola in casa di lui, anche molti pubblicani e peccatori erano a tavola con Gesù e i suoi discepoli; erano molti infatti quelli che lo seguivano. Allora gli scribi dei farisei, vedendolo mangiare con i peccatori e i pubblicani, dicevano ai suoi discepoli: «Perché mangia e beve insieme ai pubblicani e ai peccatori?». Udito questo, Gesù disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori». Parola del Signore