don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 15 Marzo 2020 – Gv 4, 5-42

179

Dal Vangelo di oggi:
“… c’era un pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, affaticato per il viaggio, sedeva presso il pozzo. Era circa mezzogiorno”. (Gv 4,6)

Quel pozzo era il simbolo di tutto ciò che non funziona. Lì Giacobbe si era innamorato di Rachele, ma poi aveva dovuto sposare Lia. Il monte Garizim lì sopra era il luogo della grande benedizione pronunciata su Israele che entrava nella Terra Promessa, ma poi era diventato il simbolo dell’eresia samaritana. Gesù, sei affaticato, ma non riposerai.

Affamato, e non mangerai. È mezzogiorno, l’ora del riposo, l’ora in cui sarai crocifisso.
È la vita che spesso non funziona, perlomeno come vorremmo noi. Ma se ci sei Tu, Gesù, seduto su quel pozzo, crediamo che ciò troveremo sarà infinitamente più grande di ciò che abbiamo perduto.

Link al video