don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2020

177
Dal Vangelo di oggi:
“Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi”. (Gv 15,15)
 
Tra l’altro, saremmo anche pessimi servitori. Perché il servo è tenuto a fare tutto quello che il padrone comanda, e poi dire “sono inutile”. Come amici l’unica cosa che ci chiedi è che ascoltiamo le meraviglie che ci riveli. E che proviamo ad amarci gli uni gli altri.