don Antonio Savone – Commento al Vangelo del 25 Luglio 2021

139

Il ragazzo dei pani e dei pesci non condivide il superfluo, mette in gioco il necessario. Egli fa comprendere che non è soltanto il denaro la risposta alle situazioni. C’è qualcosa di previo da condividere, noi stessi. Finché non accade questo, le soluzioni saranno sempre eventi sporadici, anche puntuali, ma incapaci di rnettere radici e di avviare un nuovo corso degli eventi.

Link al video


AUTORE: don Antonio SavoneFONTE CANALE YOUTUBETELEGRAM

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 25 Luglio 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 25 Luglio 2021