don Antonio Savone – Commento al Vangelo del 14 Novembre 2021

63

Per chi manca di un fine che va al di là di questa stessa vita, la fine dell’esistenza è la morte di ogni scopo e di ogni senso. Non così per chi sa che ogni cosa e incamminata verso l’eternità: tutto diventa caparra dell’incontro che ci attende. Solo chi ha attenzione per le cose del cuore è in grado di giungere al cuore delle cose.


AUTORE: don Antonio SavoneFONTE CANALE YOUTUBETELEGRAM

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 14 Novembre 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 13 Novembre 2021