Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 9 Novembre 2020

67

Oggi ricordiamo la dedicazione della Basilila Lateranense, la cattedrale di Roma, una chiesa che risale ai primi anni del 300 e che è stata la prima chiesa in assoluto ad essere consacrata. Potremmo dire, per importanza, la prima chiesa di tutto l’occidente.
Oggi è festa, non per la bellezza e la grandezza di questa chiesa ma per il suo significato per tutti noi: comunione e guida.
Comunione, perché rappresenta la madre di tutte le chiese.
Guida, perché è la cattedrale del Papa.

E il vangelo di oggi ci fa comprendere che anche l’esteriorità ha la sua importanza e il suo valore se custodisce qualcosa di prezioso.

Il contenuto dà valore al contenitore che va considerato, in qualche modo, come già parte del contenuto.

E’ proprio in quest’ottica che si comprendono le parole e i gesti di Gesù nel Vangelo di oggi.

Essere superficiali, trattare male, svalutare il tempio, significa non dare giusta importanza al fatto che nel tempio gli israeliti incontravano il Signore.

E lo stesso si può dire con il corpo.
Il nostro corpo ha un enorme valore perché noi col corpo non solo viviamo, ma ci relazioniamo, amiamo, preghiamo. E del nostro corpo ci dobbiamo prendere cura non per farlo bello o forte ma per permetterci di amare al meglio delle nostre possibilità.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay