Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 8 Ottobre 2021

64

Le parole di Gesù non possono lasciarci indifferenti… non possono non stimolarci una importante riflessione sulla nostra vita spirituale.
“Ogni regno diviso in se stesso va in rovina”. Dovremmo ricordarcelo ogni volta che pensiamo di fare convivere la nostra vita di preghiera e sacramentale insieme a delle relazioni malate e divisive.

Il regno di Dio che noi siamo chiamati a costruire è fatto di mattoni formati da preghiera, sacramenti e comunione. Ogni singolo mattone ha queste tre componenti e un mattone carente di uno dei tre elementi è un mattone debole sul quale non si può fare affidamento.

Noi siamo questi mattoni… e la nostra vita, la nostra vita di fede è fatta da questi elementi che non possono mancare se vogliamo “funzionare”, se vogliamo vivere in pienezza, se vogliamo raggiungere l’obiettivo della nostra esistenza.

La preghiera rappresenta la nostra autentica relazione intima con Dio, i sacramenti l’esperienza di grazia del nostro incontro con Lui e le relazioni i luoghi da abitare nei quali incontrarlo e farlo incontrare.

Se qualcosa non funziona di questi tre elementi, saremo mattoni marci dentro che non potranno svolgere in pieno o del tutto il loro lavoro.

Non solo… ma preghiera, sacramenti e relazioni belle sono ancora l’antidoto per difenderci da ogni attacco, da ogni marciume, da ogni tentazione, da ogni divisione.

Solo crescendo nella vita di preghiera, nella vita sacramentale e nella vita di relazione potrai essere sicuro e vincente nelle battaglie della tua storia.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 8 Ottobre 2021
Articolo successivodon Gabriele Nanni – Commento al Vangelo del 8 Ottobre 2021