Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 8 Novembre 2021

62

Il Signore parla ai suoi discepoli, a quelli che hanno maggiore responsabilità… come se oggi parlasse ai sacerdoti… ai catechisti, ma anche ai cristiani convinti…

Sono inevitabili gli scandali. Ma guai se siete proprio voi… sì, perché da noi, dai discepoli del Signore, dai cristiani convinti, ci si aspetta di più… ci si aspetta coerenza…

E noi… i discepoli del Signore, i cristiani convinti, siamo quelli che, con la nostra cattiva testimonianza, possiamo creare scandalo… possiamo creare più danno… soprattutto ai piccoli, a quelli, cioè, che ci guardano come esempio… ai più semplici… ai genuini… a quelli che si stanno accostando da poco… a quelli ancora deboli nel cammino di fede e che “vedono” in noi un esempio… a quelli che, addirittura, pensano e sperano di diventare come noi!

E nella seconda parte del discorso, Gesù ci mostra la strada della testimonianza, della coerenza, dell’esempio da dare: perdonare sempre a chi si mette in discussione… ma anche mettersi in discussione e chiedere scusa ogni volta che si sbaglia!

Non smettere mai di metterti in discussione… ti serve per crescere umanamente e come credente!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 8 Novembre 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 8 Novembre 2021