Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 8 Giugno 2021

48

Siamo sale e siamo luce… altrimenti non ha senso il nostro cammino di fede… non ha senso il nostro essere cristiani… non hanno senso le nostre preghiere, la nostra partecipazione a messa.
Tutto il nostro cammino di fede deve manifestarsi nel nostro essere sale e luce.
Sale

Siamo chiamati a trovare gusto nelle cose che viviamo e che facciamo e nel darlo quando queste cose gusto sembrano non averne.
Insomma, non sempre è facile ed è bello vivere certe situazioni, ma è il nostro atteggiamento che può fare la differenza.
Essere sale è proprio questo, scoprire il gusto nelle cose e dare il proprio contributo perché la vita degli altri sia bella… buona… gustosa!
Luce

Siamo chiamati a dare luce… cioè a dare senso, significato a quello che ci accade ma anche alla vita degli altri.
Cercatori di senso… ma anche “datori” di senso!
Chiamati a dare luce, cioè capire dove è Dio nella propria vita e a fare vedere dove è Dio nella vita e nelle diverse situazioni della vita anche degli altri.

Ma questo gusto e questa luce… prima di manifestarli e prima di darli… dobbiamo possederli… dobbiamo “prenderli”!
La vita di fede… la sequela di Gesù… la vita di preghiera… non faranno altro che riempirci di gusto e di luce.
Solo se siamo pieni di senso… possiamo dare senso a ciò che viviamo ma anche alla vita degli altri.
Se cerchi Dio lo trovi… e quando l’hai trovato riesci a indicarlo agli altri!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Gabriele Nanni – Commento al Vangelo del 8 Giugno 2021
Articolo successivodon Mauro Pozzi – Commento al Vangelo di domenica 13 Giugno 2021