Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 7 Luglio 2021

62

Chiamati, convocati e inviati. Questa è la chiesa, questi siamo noi.
Chiamati, scelti, amati… non sappiamo per quale motivo e, forse, non ci dovrebbe interessare neanche… ma siamo stati, comunque, chiamati.

Chiamati, prima di tutto, a cambiare vita… a stare con lui, a crescere nell’amore, nell’accoglienza, nel perdono, nella pace e poi inviati a trasmettere questa pace ovunque ci troviamo, in ogni relazione.

Certo, la chiamata va sempre alimentata… custodita… difesa…

Giuda è stato scelto, amato, chiamato, convocato… ma si è allontanato, ha preso altre strade.

Ogni situazione nella quale c’è Dio va custodita e difesa. Il tuo matrimonio, la tua amicizia storica, il rapporto con tuo fratello, il tuo sacerdozio… niente va dato per scontato… tutto va salvaguardato, protetto…

Ciò che dai per scontato… ciò che non alimenti… ciò che non custodisci… lo perdi!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 7 Luglio 2021
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 7 Luglio 2021