Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 6 Maggio 2022

50

- Pubblicità -

Solo con una relazione intima e definitiva con il Signore si può vivere in pienezza. Perché?

Perché il Dio in cui noi crediamo non è un Dio nei cieli… lontano… ma un Dio che ha deciso di sporcarsi le mani con la nostra umanità… un Dio che per me ha rinunciato alla sua divinità per farsi uomo… un Dio che mostra il suo amore concreto… fino alla fine… nella donazione totale.

Un Dio che per amore “scende” fino a me per salvarmi… per alzarmi fino a Lui… un Dio che per amore accetta di soffrire fino alla morte… per vincerla, per superarla…

Non me ne sarei fatto nulla di Dio se fosse stato lontano… se non fosse stato in croce… se fosse sceso vivo dalla croce… perché non mi avrebbe potuto capire quando io sono nella mia sofferenza… nella mia croce.

Solo con una relazione intima e definitiva con il Signore si può vivere in pienezza, perché è proprio la sua presenza in me… accanto a me… dentro di me… è proprio il sentirmi amato così che dà pienezza alla mia vita… che mi fa vivere al sicuro, ma non perché mi preserva le difficoltà… ma perché me le fa attraversare, sapendo che la sofferenza, la morte, il peccato non sono le ultime parole!
Mi sento profondamente amato da te… non posso non ricambiarti… e con te mi impegno ad amare gli altri… mi impegno ad amarti negli altri!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

- Pubblicità -

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 6 Maggio 2022
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 6 Maggio 2022