Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 6 Luglio 2021

69

Uno squarcio di vita di Gesù… uno spaccato di vita… una fotografia di giornate tipo…

Gesù guarisce… Gesù libera… Gesù sente compassione… Gesù provvede ai bisogni della chiesa inviando operai. Insomma… Gesù vede e provvede e quando non provvede lui stesso, agisce tramite noi.

Insomma, quel “sono pochi gli operai” dovrebbe sensibilizzarci… responsabilizzarci… dovrebbe farci sbracciare le maniche e farci sporcare le mani… perché siamo tutti bravi a lamentarci, ma chi muove un dito per migliorare la situazione della nostra società? Della nostra chiesa?

Proprio così, sappiamo leggere le situazioni… sappiamo fare le diagnosi… sappiamo capire perché le cose vanno male… sappiamo anche di chi è la colpa… ma, guai a spendere una parola di bene… guai a fare qualcosa di utile.

Se parliamo lo facciamo per lamentarci… se capiamo cosa non va non lo diciamo ai diretti interessati ma solo alle spalle. Sembriamo tutti posseduti da spiriti muti perché è più facile tacere che esporsi.

Sembriamo posseduti anche da spiriti paralizzati… perché è più facile rimanere fermi a lamentarsi che scendere in campo…

Se ti accorgi che qualcosa non va… dai il tuo contributo. Fai qualcosa di utile!
Non rimanere immobile… non rimanere in silenzio e quando parli, fallo sempre per costruire! Dio si serve di te!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 6 Luglio 2021
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 6 Luglio 2021