Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 4 Giugno 2020

203

Oggi, a Palermo si fa memoria della dedicazione della Chiesa cattedrale. Oggi è solennità in Cattedrale e festa in tutte le altre parrocchie perché si celebra… si fa memoria… si rinnova l’unione e la comunione di tutte le chiese nella nostra diocesi!

Oggi è festa grande… perché è gioia grande riconoscersi appartenenti ad un’unica famiglia. Ecco… oggi è festa di tutta la famiglia di Palermo!!!

Come battezzati siamo tutti fratelli… e in modo particolare, possiamo dire, siamo tutti fratelli della grande famiglia della diocesi di Palermo.
Oggi, in qualche modo, facciamo memoria del fatto di essere cristiani a Palermo… legati alla nostra storia… al nostro territorio… alla storia dei nostri santi… impegnati a diffondere il vangelo nelle nostre strade… in comunione con i nostri pastori… con il nostro vescovo…
Che bello!

E il vangelo che ho scelto (perché si può scegliere tra più vangeli) è quello di Zaccheo… molto famoso… molto conosciuto… e se ogni volta lo medito dalla parte di Zaccheo… di chi nonostante il suo peccato “cercava di vedere Gesù”… oggi l’ho meditato “guardandolo” dalla parte di Gesù!
Come Gesù…

Siamo chiamati a non rimanere fermi ma camminare: la vita di fede è una vita operosa… attiva… il vangelo si vive… si testimonia… si porta sul proprio corpo… sulla propria vita… il vangelo cammina con noi!

Siamo chiamati ad alzare lo sguardo: non pensare solo a noi… alle nostre cose… ai nostri problemi… ma a cercare di incrociare lo sguardo di chi ci cerca… di chi cerca Gesù! Ecco, siamo chiamati ad intercettare la fame e la sete degli altri.

Siamo chiamati ad osare… a rischiare… a frequentare il lontano… il peccatore… non per confonderci o confondere… ma per portare a lui il vangelo… senza paura e senza preoccuparci delle mormorazioni delle persone: sì… c’è sempre chi ci criticherà… chi non capirà… chi si lamenterà…

Siamo chiamati ad accogliere il pentimento dell’altro… la sua conversione… perché noi portiamo il vangelo… noi siamo strumenti di salvezza… sì… Dio si serve di noi! Rendiamoci docili… semplici… e inutili strumenti di Dio!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso
FONTE:
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER

Image by blenderfan from Pixabay