Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 4 Gennaio 2020

400

La fede è come l’amore… è fatta di incontri… di sguardi che si incrociano… e proprio come nell’amore, occhi che entrano negli occhi… occhi che toccano il cuore… e le vite cambiano.

Giovanni fissa lo sguardo su Gesù e lo riconosce… lo riconosce come agnello di Dio… lo riconosce come salvatore… e sarà proprio questo riconoscimento che diventerà testimonianza per altri che da quel momento seguono Gesù.

Gesù fissa lo sguardo su Simone… e gli cambia il nome e la vita…

Insomma… la fede ci insegna a guardare bene dentro gli occhi della gente… ci insegna a fissare lo sguardo… non come chi vuole indagare… non come chi vuole curiosare… non come chi vuole giudicare… insomma, non come tanti sguardi che ci scambiamo noi… no!

La fede ci insegna a guardare dentro gli occhi… il cuore… la vita delle persone per riconoscere la loro storia e capire che anche loro possono essere toccate da Dio.

Sei un uomo di fede? Sei un discepolo di Gesù? Allora anche tu sei stato toccato dal suo sguardo amoroso… allora anche il tuo sguardo nei confronti degli altri è carico di amore…

Se non ami con lo sguardo… non hai incontrato Gesù!

Fonte


Abbiamo trovato il Messia.
Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 1, 35-42 In quel tempo, Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!». E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì  che, tradotto, significa maestro, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio. Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia», che si traduce Cristo,  e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa», che significa Pietro. Parola del Signore