Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2022

88

- Pubblicità -

Se il nostro cuore e la nostra mente non sono pronti ad accogliere Dio, non riusciranno ad accoglierne i segni presenti nella Sua Parola, nella nostra storia, nelle nostre relazioni.

Dio usa un linguaggio semplice e comprensibile, ma occorre frequentarlo per coglierne le sfumature. Se non siamo abituati a relazionarci con Lui… non lo comprenderemo quando ci parlerà nella nostra vita, nella nostra quotidianità.

Scorgere Dio nelle vite degli altri è meraviglioso… è vederlo all’opera… riempie di speranza… non ci fa sentire soli.

Scorgere Dio nella nostra vita… è vivere un frammento di paradiso!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

- Pubblicità -

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2022
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2022