Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 30 Settembre 2021

82

Nella meditazione del vangelo di oggi mi sono soffermato su alcune parole.

“… a due a due…”: l’importanza della relazione.
Quello che siamo è frutto di una relazione, perché le nostre vite sono arricchite dalle visite relazionali delle persone che abbiamo accolto nella nostra vita o che abbiamo incrociato o con le quali ci siamo scontrati.
A due a due, inoltre ci ricorda quanto sia importante evitare ogni rischio di autoreferenzialità, ci ricorda quanto fare le cose in due ci permette di non cadere nell’egocentrismo, nel narcisismo, nella presunzione di sentirsi migliori… al di sopra di tutti.

A due a due ci fa crescere. Perché il confronto ci fa crescere. Perché l’altro, quando non alimenta le parti peggiori di me, mi aiuta a comprendere i miei limiti.

A due a due è una sfida. Perché da soli si va dove si vuole… da soli si va anche più veloce… ma insieme non solo è più bello e divertente… ma si va anche più lontano.

A due a due è anche faticoso… perché occorre rispettarsi… occorre aspettarsi… occorre cambiare i propri piani… occorre anche rinunciare a qualcosa… ma ci si può aiutare nelle difficoltà e nelle stanchezze!

Fai in modo che la relazione con l’altro sia per entrambi motivo di crescita.
Non essere zavorra.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 30 Settembre 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 30 Settembre 2021