Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 30 Marzo 2021

166

Non illudiamoci… anche noi sbagliamo… anche noi siamo stati Giuda.
E se pensiamo di non sbagliare mai… siamo già nell’errore, siamo come Pietro: bravi a parole ma incoerenti, perché poi nei fatti ci comportiamo in maniera completamente diversa… opposta.
Il cuore dell’uomo è un abisso… è capace, purtroppo, di contenere le peggiori contraddizioni… è capace di amare in maniera grandiosa, ma anche di pensare… dire e fare il male…
Anche noi ci vendiamo Gesù…
ogni volta che il vangelo ci sembra troppo scomodo…
ogni volta che seguirlo costa fatica…
ogni volta che ci accade qualcosa che non capiamo…
ogni volta che è più facile credere alle scintille che scorgere i fari…
Anche noi rinneghiamo Gesù…
ogni volta che promettiamo senza mantenere…
ogni volta che la paura prende il sopravvento…
ogni volta che il cuore e la mente scelgono ma il corpo va da tutt’altra parte…
ogni volta che ci distraiamo e perdiamo la via…
Vendere o rinnegare… non è molto diverso… ogni volta che non scegliamo Gesù le tenebre entrano nel nostro cuore… non preoccuparti se cadi nell’errore… ciò che è importante è alzarsi e riprendere il cammino…
Alla fine, Giuda e Pietro si sono macchiati dello stesso peccato… Pietro però ha creduto nella misericordia di Dio.
Colpa molto più grave di sbagliare, di peccare…
è non cercare la misericordia di Dio.
Dio tutto trasforma con la Sua Misericordia

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedenteI simboli della Settimana Santa – IL CANTO DEL GALLO E LE LACRIME DEL “MISERO”
Articolo successivoGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 30 Marzo 2021