Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 30 Luglio 2020

171

La lettura orante di questo vangelo mi ha portato a meditare su un elemento importante, anzi fondamentale della vita di fede: il discernimento!

Non si può essere credenti… non si può essere cristiani… non si può essere discepoli e non avere a cuore il discernimento. La vita non si vive a caso… non si vive passivamente… non si vive subendo… ma si vive scegliendo… e scegliere significa discernere!

E il discernimento è un’arte… che cresce… si affina… e alla fine produce sempre qualcosa di buono… di bello.

Ma attenzione, non banalizziamo. Non cadiamo nello scrupolo di dovere mettere sotto discernimento cose banali… cose che non hanno a che fare con Dio e con la sua volontà…

Il discernimento richiede preghiera… è frutto di un lavoro che richiede a volte molto tempo… e alla fine… si tratta sempre di separare il bene dal male e per fare questo ci vuole molta attenzione.

Non sempre, infatti, la differenza tra bene e male è evidente. C’è sempre un bene che apparentemente sembra male e un male camuffato di bene… ecco perché ci vuole attenzione… preghiera… e tempo!

A volte il discernimento è un vero e proprio combattimento e può capitare di dovere stare in questo combattimento per diverso tempo… è questa la vita: una continua scelta tra bene e male… una continua lotta tra bene e male… e alla fine noi siamo anche le scelte che facciamo… la nostra storia è fatta dalle nostre vittorie e da tutti gli insegnamenti che ricaviamo dalle nostre sconfitte… dalle nostre scelte sbagliate.
Da tutto si può cogliere un insegnamento. Tutto, se lo vogliamo, se lo vediamo in un’ottica di fede, può farci crescere. La fede è proprio questo, sapere crescere e progredire sempre e comunque… e quando ci facciamo male… le ferite ci ricorderanno non che abbiamo sbagliato… ma che abbiamo lottato… ci ricorderanno che siamo ancora vivi… e se siamo vivi abbiamo ancora la possibilità di fare bene… di fare del bene!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso
FONTE:
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER

Image by blenderfan from Pixabay