Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 30 Dicembre 2021

79

Ieri Simeone, oggi Anna, anche lei anziana, anche lei di preghiera, di servizio… insomma una credente di quelle che pregano e lo fanno anche con la vita.

Anche lei loda Dio e riconosce nel piccolo Gesù il figlio di Dio.

Quando la preghiera apre gli occhi del cuore, riconosci Gesù e si trasforma in servizio, se la preghiera serve solo ad aprire la bocca… è solo fiato sprecato.

Anna e Simeone ci insegnano questo!

Tante volte, invece, purtroppo, ci troviamo di fronte a uomini e donne di chiesa, costanti nelle preghiere e nelle pratiche religiose… magari anche preparati, capaci di passare ore a pregare… a digiunare… ad adorare… ad ascoltare catechesi… ma che non sanno trasformare in servizio la loro vita… e che non sanno riconoscere Gesù nell’altro.

Se la preghiera non apre gli occhi per riconoscere Gesù nell’altro… se non apre il cuore per servirlo… è solo fiato sprecato!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentela Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 30 Dicembre 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 30 Dicembre 2021