Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 3 Ottobre 2021

65

“…l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto”.
Queste parole di Gesù possono essere riferite non solo al matrimonio ma anche a tante altre situazioni ed esattamente a tutte quelle situazioni che viviamo sapendo che vengono da Dio.

E così possiamo considerare, in questo contesto, non solo il matrimonio, il sacerdozio, la vita consacrata, ma anche una relazione di amicizia, il rapporto con i genitori, con i figli o anche il proprio lavoro o lo studio o il proprio stile di vita, insomma, tutto quello che penso il Signore voglia da me e non solo quelle volontà di Dio per la vita (matrimonio, sacerdozio) ma anche quelle del qui ed ora che vivo nella consapevolezza di fare la volontà di Dio.

Possiamo allora dire: L’uomo non divida quello al quale Dio mi sta chiamando, ora. Ma quale uomo?
Il riferimento è a me! è un invito alla mia fedeltà, a mantenere l’impegno preso, a dare tutto me stesso perché in quell’impegno c’è la volontà di Dio.

Come fa una coppia a mantenersi fedele? Si concentra su quello al quale è chiamata, senza distrarsi, sapendo dire no a tutto ciò che non fa bene alla coppia, a tutto ciò che allontana da quella chiamata, da quella specifica volontà di Dio.

E così la fedeltà al mio sacerdozio, ma anche al mio lavoro, a quella amicizia, al mio accudire mia madre, tutte cose che penso vengano da Dio, ecco, la fedeltà la potrò vivere se mi concentro su questo, dicendo no a tutto ciò che mi distoglie e allontana e chiedendo costantemente aiuto a Colui che mi ha dato queste specifiche volontà!

Per essere fedeli occorre custodire, coltivare e prendersi cura quotidianamente della persona o della situazione alla quale si vuole rimanere fedeli.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 3 Ottobre 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 3 Ottobre 2021