Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 3 Gennaio 2020

301

La nostra fede è tutta qui. Giovanni punta il dito sul centro della nostra fede… Giovanni ci indica il centro di tutto.

Gesù agnello di Dio che toglie il peccato del mondo.

La nostra fede è tutta qui.
Gesù è venuto a liberarci dalla schiavitù del peccato. E ogni volta che siamo vicini a Lui… con Lui… in Lui… non pecchiamo.
Sperimentiamo la nostra fragilità nella lotta contro le nostre tentazioni ogni volta che ci concentriamo su noi stessi o su altro. Ogni volta, insomma, che distogliamo lo sguardo da Lui.

Qualunque tipo di peccato… noi lo facciamo ogni volta che viviamo senza di Lui… ogni volta che Lui non è al centro della nostra mente e del nostro cuore.

Qualunque combattimento contro le nostre passioni… le nostre tentazioni… lo perdiamo ogni volta che facciamo a meno di Lui… ogni volta che facciamo da soli.

Ecco qual è il centro della nostra fede: riconoscere che senza di Lui… siamo barche senza timone… siamo sbattuti dalle onde… dal vento…

Teniamo fisso lo sguardo del cuore… della mente verso di Lui…
Mastichiamo la Sua Parola…
Viviamo alla Sua presenza…
Sia Lui il nostro interlocutore…
Alimentiamo così la nostra relazione con Lui… non resteremo delusi!

Fonte


Ecco l’agnello di Dio.
Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 1, 29-34 In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele». Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio». Parola del Signore