Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 29 Dicembre 2021

91

Maria e Giuseppe, campioni di umiltà! Nonostante la certezza che il piccolo Gesù provenisse da Dio, hanno comunque deciso di presentarlo come prescriveva la legge.

Campioni di umiltà! L’essere genitori del figlio di Dio non ha tolto loro la capacità di stupirsi delle novità di Dio!

Grande esempio di umiltà, perché la vera grandezza sta nella semplicità… perché più umile è il cuore, più grande è il dono!

Simeone, campione di perseveranza… di fede paziente! Ha saputo credere e attendere ciò che Dio gli aveva promesso. Simeone, campione di coerenza, fino alla fine. Non si è scoraggiato nel vedere passare gli anni, ma ha creduto fino alla fine.

Signore, dammi un cuore umile, capace di accogliere i tuoi doni, un cuore semplice, capace di stupore, un cuore paziente, capace di attendere le tue promesse!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentela Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 29 Dicembre 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 29 Dicembre 2021