Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 28 Marzo 2021

12

La passione di Gesù. Rimango sempre colpito dal fatto che la chiesa chiama questo vangelo e questo momento della vita di Gesù con il termine passione e quello che mi colpisce è che il significato di questo termine è doppio: passione come sofferenza e passione come intensità d’amore.
In questa pagina del vangelo possiamo certamente intendere passione in entrambi i significati. Gesù soffre per amore nostro… anzi s’offre, si offre per noi. In croce non c’è la morte ma l’amore!
Proprio così… questo lungo vangelo ci insegna che se ami veramente sei disposto anche a soffrire… e che l’amore diventa, anzi, la motivazione per affrontare la sofferenza.
Soffrire non è piacevole e soffrire inutilmente è ancora più brutto… avere una motivazione… avere una destinazione nella sofferenza significa trovarne un senso… e se quando soffri, sai che lo stai facendo per amore… questo cambia la prospettiva…
Cerca un senso alla tua sofferenza… e quando il senso non lo trovi… offrila a Dio, saprà trasformarla…
Quando ami… sei disposto a soffrire per chi ami…
Quando ami… ami fino alla fine…

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 28 Marzo 2021
Articolo successivodon Umberto Guerriero – Commento al Vangelo del 28 Marzo 2021