Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 28 Marzo 2020

109

Grande confusione… grande contraddizione…
La predicazione di Gesù… la sua persona… causa risposte diverse.
C’è chi lo accoglie… chi lo segue… chi si rifiuta… chi si converte!

E uno degli elementi di confusione descritto nel vangelo di oggi è quello della sua origine: dalla Galilea non può sorgere un profeta.

Pregiudizio.
È il pregiudizio che uccide le persone…
È il pregiudizio che blocca la possibilità di fare crescere il bene…
È il pregiudizio che uccide anche chi lo prova…

Insomma, nel vangelo di oggi sono contenuti due concetti molto importante:

1. 1- Il credente è sempre un elemento di contraddizione: non piace a tutti. Spesso è poco tollerato… rifiutato… isolato… ma non deve essere la reazione delle persone a fermare la sua testimonianza. Non saranno le critiche a fermarlo… né le lodi ad esaltarlo!
2. 2- Il pregiudizio è una malattia molto dannosa… crea false convinzioni… e diffonde sospetto e dubbio che possono, e a volte riescono, a offuscare la verità!

Alla luce di questo vangelo mi viene da concludere… meglio essere rifiutati per la verità e per la fede piuttosto che impedire al bene di diffondersi;
meglio stare male per il bene che bene per avere fatto o diffuso il male!

Fonte

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno