Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 27 Maggio 2022

103

- Pubblicità -

La metafora del parto è una genialata di Gesù per descrivere la vita o, meglio, la vita di fede di ogni discepolo… di ogni credente… di ogni cristiano.

Credere e fare credere che la vita è o deve essere semplice è una menzogna. La vita è bella, ma non semplice, è bella ma piena di sorprese… di imprevisti non sempre spiegabili o immediatamente comprensibili e spesso causa di sofferenza e dolore: malattie, cattiveria gratuita da parte di qualcuno, errori personali… Insomma, diverse situazioni che causano tanto dolore.

Come affrontare tutto questo? Lo si può subire o lo si può attraversare. 

Lo si subisce quando lo si vive senza speranza… lo si attraversa quando si è certi non solo che prima o poi passerà… ma che questo dolore, vissuto insieme al Signore, porterà frutto… sarà un dolore fecondo!

Anche il dolore, attraversato con fede, porta frutto!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

- Pubblicità -

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 27 Maggio 2022
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 27 Maggio 2022