Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 27 Maggio 2020

208

Un’altra preghiera intima di Gesù che svela la nostra natura di discepoli.
Da questo dialogo emerge quello che noi siamo agli occhi di Dio… quello che Dio ha pensato, voluto e fatto per noi!

Custoditi e conservati. Sono verbi che testimoniano la nostra preziosità… perché si custodisce e si conserva qualcosa di fragile e di prezioso… qualcosa di unico… da proteggere… da difendere… da preservare.

Siamo così agli occhi di Dio: attaccabili dal Maligno che vuole rovinare la nostra preziosità… che vuole deviarci dalla nostra missione… dalla comunione con Dio e con i fratelli… perché il Maligno vuole creare lontananza… sospetto… divisione…

Pienezza della gioia di Cristo. Una vita senza gioia è una vita senza fede e viceversa…
Ma gioia non significa superficialità… gioia non significa non sapere vivere… gioia non significa mancanza di serietà. Gioia è sapere di essere amati… di essere preziosi per qualcuno.

Non siamo del mondo ma siamo nel mondo: siamo fatti per il cielo anche se camminiamo sulla terra… perché dentro di noi c’è il desiderio e la nostalgia di casa. Tutto ciò che diciamo… che programmiamo… che facciamo… in tutte le nostre relazioni… deve essere evidente… deve manifestarsi… il desiderio e la nostalgia del cielo!

Questa è la vera vita di fede… la vera vita spirituale!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso
FONTE:
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER

Image by blenderfan from Pixabay