Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 27 Giugno 2020

162

Il vangelo di oggi ci consegna due insegnamenti…

La storia del centurione ci insegna tante cose… la prima cosa che ci insegna è che è bello, giusto e di grande cuore pregare e chiedere anche per altri.

Il centurione chiede e lo fa con insistenza… esce fuori dai propri schemi e dai propri interessi e chiede sapendo che verrà esaudito. Questa è la fede grande del centurione… sapere che Gesù può… sapere che non verrà deluso.

La guarigione della suocera di Pietro invece ci insegna che a volte basta poco… ma proprio poco… a impedirci di servire.
Proprio così… come cristiani siamo chiamati a dare la vita… ad affrontare grandi difficoltà… a dare testimonianza ovunque ci troviamo… e poi… una piccola febbre ci mette KO. Ci lasciamo fermare da poco… o forse è tutta una scusa… aspettiamo gli alibi per rimanere nelle nostre comodità…

Gesù è venuto a liberarci dalla nostra pigrizia… dalle nostre poltrone… dalle nostre scuse per non servire… per non accogliere… per non amare…

Il vangelo di oggi ci consegna due domande:

1- Chiediamo solo per noi?
2- C’è qualcosa che ci impedisce di amare?

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso
FONTE:
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER

Image by blenderfan from Pixabay