Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 26 Maggio 2021

42

Giacomo e Giovanni non ci fanno una bella figura in questa pagina del vangelo… eppure rimangono discepoli… rimangono persone scelte da Gesù… che lo conoscono… che lo seguono… ma, come tutti, rimangono persone fragili…
Gesù sta parlando cuore a cuore ai discepoli… sta manifestando il suo “segreto”… sta chiaramente dicendo che agli occhi delle persone che contano lui sarà un fallito… un perdente… ma occorre passare anche da questa umiliazione per portare avanti il progetto di Dio… la sua missione…
E proprio mentre Gesù sta aprendo il suo cuore… Giacomo e Giovanni pensano a primeggiare sugli altri… pensano ai ruoli… pensano alla loro immagine… alla loro convenienza.
Quanta umanità… quanta attualità… ancora oggi il desiderio di essere superiori rovina molte situazioni… molte relazioni… molte famiglie… molte comunità…
Si cercano privilegi senza meriti… successi senza fatica… responsabilità sena preparazione…
Unica strada per la salvezza è il servizio fatto con umiltà…

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedenteSuor Carla – Commento al Vangelo del 26 Maggio 2021
Articolo successivodon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 26 Maggio 2021