Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 26 Gennaio 2022

257

- Pubblicità -

Agnelli in mezzo ai lupi. Sì, spesso come cristiani ci troviamo in questa situazione… in contesti nei quali proclamarsi cristiani significa essere visti male… essere in minoranza… essere controcorrente.

È vero, molte volte le critiche ce le andiamo cercando… molto spesso ci chiudiamo dentro un rigidismo che non ci dovrebbe appartenere… e attiriamo, così, una spontanea antipatia…

Altre volte, invece è proprio la nostra incoerenza che ci fa perdere di credibilità, attirando indignazione e svalutazione proprio della fede…

Ma, spesso, invece il contesto ci è ostile non sposando e condividendo, direttamente o indirettamente, i valori cristiani e ci troviamo così nella situazione di minoranza che diventa spesso anche isolamento.

È proprio l’intima relazione con il Signore che ci darà la forza di non cadere nello sconforto… spesso, infatti, lo scoraggiamento avviene perché pensiamo che tutto dipenda dalle nostre capacità… dal nostro impegno.

Se hai fatto tutto il possibile, non scoraggiarti se le cose non vanno come speravi. Non tutto dipende da te!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

- Pubblicità -


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 26 Gennaio 2022
Articolo successivoSalmo: Commento al Salmo 96 (95)