Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 26 Febbraio 2020

227

Come ogni inizio di quaresima ci troviamo a confrontarci con questo vangelo… ogni Mercoledì delle Ceneri, infatti, si leggono queste parole di Gesù… parole che ci richiamano ogni anno a tre elementi importanti e fondamentali della nostra vita spirituale: la relazione con i propri beni e con i più bisognosi (elemosina), la relazione con Dio (preghiera) e la relazione con se stessi e il proprio corpo (digiuno).

Ma c’è anche un altro elemento che Gesù, infondo, sottolinea: per chi fai le cose? Chiaramente la risposta è: per Dio, ma per avere Dio come interlocutore… come punto di riferimento… devi dialogare continuamente con Lui e devi quindi vivere alla sua presenza. Questo ci fa cristiani… non saranno né le preghiere, né le elemosine, né i digiuni… tutti, anche chi non crede, è capace di fare queste grandi cose… la differenza per il cristiano è… che lui fa tutto questo… anzi, lui vive costantemente al cospetto di Dio.

Il tempo della quaresima sia quel tempo nel quale verifichiamo realmente se e come siamo cristiani…
Per chi fai le cose?
Davanti al cospetto di chi vivi?

Buona quaresima a tutti!