Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 25 Luglio 2021

58

Gesù vede la grande folla e pensa alla loro fame… ai loro bisogni…
Gesù per fare il miracolo si serve del poco di un ragazzo…

Sembrano queste le coordinate della pagina del vangelo di oggi… coordinate che possono aiutarci a comprendere come vivere in pieno la nostra vita per mettere a disposizione degli altri le nostre capacità… le nostre qualità.

Uno sguardo capace di andare oltre le apparenze: capace di non farsi confondere dalla confusione del momento… capace di andare al cuore dei problemi della gente… senza banalizzarli… senza fare finta di niente… senza pensare che il problema dell’altro non mi tocca…
Non basta guardare… non basta usare gli occhi… occorre collegarli alla mente e al cuore… per capire cosa fare di ciò che si è visto e come interpretare ciò che si è visto.

Chiedere aiuto… perché l’altro può cambiare la situazione. Insomma, non viviamo da isole… siamo penisole. È necessario il contributo di tutti per risolvere i problemi… non solo l’unione fa la forza, ma il contributo di tutti è necessario perché ognuno è importante per l’altro. E quello che sembra poco… può cambiare la vita a qualcuno… ma tutto ciò si può comprendere solo se si sa chiedere aiuto…

Chiedere aiuto non è segno di debolezza ma di umiltà, intelligenza è forza!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 25 Luglio 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 25 Luglio 2021