Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 25 Febbraio 2021

3

L’invito è a chiedere, anzi, a chiedere in maniera insistente. Perché? perché la prima cosa che si ottiene chiedendo è la relazione!
Mi spiego meglio: se chiedo vuol dire che sto parlando e se sto parlando allora vuol dire che mi sto relazionando con Qualcuno.
Ecco la prima cosa che otteniamo quando chiediamo: entriamo in relazione con Dio.
La seconda cosa che otteniamo è “cose buone”.

Dio sa ciò di cui abbiamo bisogno… che non sempre è quello che desideriamo… non sempre è quello che chiediamo!
La preghiera di richiesta, una delle tante forme di preghiera (forse, purtroppo, la più usata) è la manifestazione del nostro essere figli di un Dio che è Padre.

Il figlio… il bambino… infatti chiede… chiede sempre… si rivolge al proprio padre con amore e fiducia. Sapendo che il padre lo ama anche se non esaudisce sempre le sue richieste.
Ecco… questo tipo di preghiera manifesta, almeno dovrebbe manifestare, questo tipo di atteggiamento: amore, fiducia e certezza dell’amore di Dio.

Se dietro e dentro questa preghiera c’è questo atteggiamento… non possiamo che crescere ogni volta che preghiamo… perché… alla fine… ogni richiesta non è altro che un andare avanti… andare verso… le braccia del Padre!
Chiediamo tutto quello che vogliamo, con la certezza che Dio ci darà tutto quello di cui abbiamo bisogno!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay